Nel caso di problematiche di origine neurologica, in presenza di stabilità internistica e recuperate le funzioni vitali di base, o quando la patologia o il trauma iniziale sono solo di natura ortopedica (intervento di protesi d’anca o di ginocchio, fratture, ecc.) il nostro intervento si rivolge a un’accurata valutazione delle menomazioni funzionali, di fondamentale importanza per elaborare il progetto riabilitativo finalizzato al recupero della capacità motoria e della capacità di comprendere l’ambiente che ci circonda.

I programmi, condotti dai fisioterapisti, prevedono interventi diversi: da esercizi di mobilizzazione, di coordinazione, di equilibrio fino al rinforzo muscolare e al training per un cammino il più possibile autonomo e sicuro, da interventi finalizzati alla riduzione del dolore e della spasticità fino all’addestramento nei trasferimenti in casa e fuori casa.
Nel caso di persone con esiti di lesioni neurologiche in questo ambito sono attivati anche percorsi di valutazione oculistica e riabilitazione ortottica.
Le palestre, ma anche le strutture nella loro interezza, nei loro aspetti riconducibili all’ambiente domestico o lavorativo nel quale le persone torneranno a vivere (scale, corridoi, sale da pranzo, spazi esterni) sono lo spazio nel quale si svolgono queste attività.

In presenza di disabilità gravi disabilità l’intervento per il recupero delle funzioni senso motorie si giova di una grande evoluzione della tecnologia e del supporto della robotica. Al Santo Stefano attuiamo percorsi riabilitativi tecnologicamente assistiti.

L’acqua
Nel progetto riabilitativo l’esercizio in acqua o idrochinesiterapia ha una grande importanza ed è complementare a quello neuromotorio e neuropsicologico, perchè costituisce una reale possibilità di ottimizzare le potenzialità motorie residue e garantisce un’esperienza di tipo globale, che può essere fonte di benessere. Coinvolge la sfera intellettiva, psicologica, sensoriale e motoria con modalità nuove, avvolgenti, che favoriscono l’ascolto del proprio corpo e una migliore percezione dello schema corporeo, dell’equilibrio e inoltre facilitano il movimento.
La riabilitazione in acqua è indicata per i pazienti che non possono sovraccaricare le articolazioni o hanno difficoltà di controllo motorio, per i quali sono necessarie una deambulazione terapeutica e nuove stimolazioni.
Per ulteriori informazioni sulla idrochinesiterapia clicca qui

I nostri Centri ai quali rivolgersi