La prescrizione degli ausilii è sempre personalizzata e tiene conto del contesto di vita (livello di recupero cognitivo e nucleo familiare) e dell’ambiente (presenza o meno di barriere architettoniche, attività svolta, ecc.) ai quali ritornerà il paziente.

Il nostro personale identifica gli strumenti migliori per il raggiungimento della migliore autonomia possiile ed effettua l'addestramento di pazienti e familiari all'utilizzo degli ausilii prescritti. In alcune delle nostre strutture sono disponibili le cosiddette “ausilioteche” in cui pazienti e familiari possono provare preliminarmente l'ausilio prescritto.

Gli assistenti sociali offrono supporto all'espletamento delle procedure per l'ottenimento dell'ausilio prescritto e sono a disposizione per fornire informazioni relativamente a:
  • procedure burocratiche da attivare presso la propria ASL connesse con lo stato di invalidità;
  • eventuali agevolazioni fiscali e accesso a contributi nazionali e regionali per l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’adattamento del proprio domicilio;
  • acquisto di un’automobile adattata per la guida e/o il trasporto di disabili.
Se poi il rientro a casa pone ulteriori problemi pratici, l’equipe riabilitativa potrà supportare il paziente e la sua famiglia per la valutazione di:
  • adattamenti presso il proprio domicilio (ingresso, porte, bagno) per consentire una migliore qualità di vita;
  • utilizzo di eventuali sussidi informatici e domotici;
  • acquisto di articoli utili al proseguimento del percorso riabilitativo.

    I nostri Centri ai quali rivolgersi

    Quando viene attivato il Programma

    Il programma è un elemento costitutivo dei processi riabilitativi personalizzati che vengono elebaorati in queste aree: