La Residenza Dorica coniuga servizi di residenzialità alberghiera, assistenza alla persona e assistenza medica e infermieristica. La presenza di medici qualificati e di personale tecnico assistenziale e infermieristico professionalmente preparato garantisce il soddisfacimento di elevati livelli assistenziali e di sorveglianza medico sanitaria. Particolari competenze sono state sviluppate per l’accoglienza di persone con problematiche psicogeriatriche.

Residenza Dorica Residenza Dorica Ancona

A Residenza Dorica forniamo prestazioni specifiche affinché possa essere mantenuto e, se possibile, migliorato lo stato di salute e di benessere dei nostri ospiti. L’attività della struttura prevede occasioni di vita comunitaria, aiuto nelle attività quotidiane, stimoli e possibilità di attività occupazionali e ricreative in ottica riabilitativa.
Il nucleo di riabilitazione offre invece un piano terapeutico finalizzato al recupero degli esiti derivanti da episodi acuti o di funzioni lese o menomate attraverso prestazioni residenziali a ciclo continuativo.
La durata della degenza è al massimo di 240 giorni rinnovabili. Alla fine del trattamento riabilitativo, a seconda delle condizioni dell’Ospite, può essere previsto il rientro a domicilio o il passaggio ad altra tipologia di Struttura Residenziale.

Gli ospiti che accogliamo

Dotata di 129 posti letto, residenza Dorica è suddivisa in 4 di nuclei in cui accoglie:

  • ospiti anziani parzialmente autosufficienti e non autosufficienti con esiti di patologie fisiche, psichiche, sensoriali o miste, che esigono prestazioni con elevata necessità di tutela sanitaria nel nucleo della residenza sanitaria assistenziale (RSA);
  • ospiti non autosufficienti affetti da demenza senile. Tali Ospiti richiedono un elevato livello di assistenza sanitaria e di supporto socio-educativo, in contrapposizione ad un non elevato impegno sanitario nel nucleo residenza protetta (RP) e residenza protetta per pazienti affetti da demenza (RPD).
  • persone con necessità di riabilitazione estensiva: soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche e sensoriali, nella fase immediatamente postacuta (anche dopo la dimissione ospedaliera).

I nuclei di inserimento variano a seconda del grado di assistenza necessaria all'ospite.

Come Accedere

La richiesta di ammissione va compilata dal medico curante (Medico di Medicina Generale) e consegnata al Distretto Sanitario di residenza, dove verrà esaminata dall'Unità Valutativa Integrata (UVI) che deciderà se autorizzare l'ingresso in RSA, definendone il periodo di permanenza.

Nel caso in cui i pazienti provengano dall'ospedale, la richiesta viene compilata dai medici ospedalieri che seguono la dimissione del paziente. Saranno essi stessi ad occuparsi di far pervenire la richiesta all'UVI.

I pazienti possono accedere alla struttura anche privatamente; in questo caso il Direttore Sanitario della residenza in base alle condizioni di salute del paziente, valuta l'idoneità della proposta di ricovero e stabilisce il nucleo di inserimento

Il nostro Assistente Sociale tiene i contatti con i familiari o con le Unità di Valutazione dei Distretti di residenza, o con i colleghi delle Strutture Ospedaliere operanti sul territorio per organizzare il ricovero.

Cosa portare con sè in residenza al momento del ricovero

  • documento di identità in corso di validità, codice fiscale e tessera sanitaria
  • eventuale documentazione clinica precedente (lastre, referti, esami vari, relazioni specialistiche,...)
  • eventuale certificazione di invalidità civile e L.104/92
  • il necessario per l'igiene personale (dentifricio, spazzolino da denti, il necessario per l'igiene personale, biancheria intima di ricambio, pantofole, tuta da ginnastica o abbigliamento comodo)

Le Tariffe

La retta giornaliera di degenza varia in funzione delle caratteristiche dell'ospite per la componente sanitaria (condizioni cliniche e grado di autosufficienza incidono infatti sul carico di intensità assistenziale). Mentre per la componente alberghiera le variabili che determinano la retta sono: la scelta della sistemazione alberghiera e il livello di comfort richiesto (camera singola o camera doppia, ecc.), dai servizi aggiuntivi, ecc.) e dalla durata del soggiorno.

Nelle nostre residenze gli ospiti possono entrare in struttura privatamente, facendosi carico dell'intero ammontare della retta, oppure in convenzione con l'ASUR/ Area Vasta, previa autorizzazione dell' Unità di Valutazione Integrata (U.V.I.) presente presso il Distretto Sanitario di rispettiva residenza. In questo caso l' ASUR/ AV corrisponderà alla struttura la quota sanitaria della retta giornaliera, mentre resterà a carico dell 'ospite la restante quota di compartecipazione alberghiera.

Nei casi sotto specificati l' ASUR/AV si farà carico dell' intera retta giornaliera:

  1. primi 60 giorni di permanenza in RSA per tutti i pazienti provenienti sia dal domicilio che da reparti Ospedalieri autorizzati dall U.V.I.
  2. ospiti che necessitano di un trattamento di riabilitazione extraospedaliero estensivo EEX per tutta la durata del periodo di ricovero.

La struttura

La Residenza Dorica è stata inaugurata nel 2002 e offre un livello di comfort alberghiero elevato, con possibilità di avere camere singole.
Il grande parco antistante è molto apprezzato dagli ospiti e sfruttato per attività di gruppo all’esterno.
La struttura è anche dotata di comodo parcheggio.

Contatti

Residenza Dorica