Si è tenuto ad Arezzo il convegno nazionale con il quale ATRACTO (Associazione Traumi Cranici Toscani) ha celebrato il ventennale dalla propria fondazione

GCA, le persone e le famiglie al centro

Un appuntamento rivolto alle famiglie e agli operatori sanitari, per offrire un’ampia panoramica sui principali cambiamenti avvenuti nel settore delle gravi cerebrolesioni acquisite, grazie alla partecipazione di autorevoli relatori nazionali, ma anche raccontare come poter rendere protagoniste le stesse persone con questo problema, facilitandone la partecipazione e l’espressione in àmbito motorio e sportivo. Questi gli obiettivi del convegno nazionale intitolato “Le persone e le famiglie al centro”, con il quale ATRACTO (Associazione Traumi Cranici Toscani) ha celebrato, il 18 novembre, ad Arezzo, il ventennale dalla propria fondazione.

Presente anche il Santo Stefano, con il dott. Antonio De Tanti direttore clinico del Centro Cardinal Ferrari di Fontanellato che è intervenuto sul tema  "La Consensus sulla Neuropsicologia?". Il convegno ha consentito di aggiornare la comunità sulle ricerche, sui progetti e sui percorsi relativi all’assistenza per le famiglie coinvolte e non da ultimo su quali risposte possono dare le Istituzioni.