La struttura si pone l’obiettivo di dare una risposta alle necessità delle persone con disturbi dell’alimentazione ed offre loro un percorso in un ambiente di cura non ospedalizzato, garantendo nel contempo l’assistenza sanitaria, psicologica ed educativa di cui hanno bisogno.

Villamare Villamare Lido di Camaiore (LU)
Il contesto urbano facilita l'impostazione della struttura di tipo aperto, coniugando l'approccio terapeutico, basato sulle più recenti ricerche scientifiche, con l'obiettivo di porre attenzione sia agli aspetti medico-internistici che a quelli psicoterapeutici. Il trattamento proposto è articolato sul recupero di un funzionamento non solo in termini di salute ma anche sul piano sociale e quindi in pratica verrà definito un Progetto Terapeutico Riabilitativo che consenta la riacquisizione di corrette abitudini alimentari, il recupero fisiologico ma anche la sperimentazione concreta delle proprie capacità di gestione della quotidianità, di risoluzione dei problemi, di presa di decisioni, di organizzazione del tempo libero e di cura di sé.

Aree di Intervento

La Casa di Cura Villamare è specializzata nella presa in carico di persone affette da disturbi della condotta alimentare quali anoressia e bulimia.

Modalità di Intervento

Nella Struttura Terapeutico-Riabilitativa Villamare viene applicato un modello specifico di Terapia Cognitivo Comportamentale definito trans diagnostico (Cognitive Behavior Therapy-Enhanced CBT-E) sviluppato specificatamente per queste patologie e basato sulla possibilità di evidenziare un intervento comune applicabile all'intero spettro dei disturbi alimentari.
Tale intervento è opportunamente integrato con interventi farmacologici e educativi, finalizzati al miglioramento del percorso terapeutico. L'intervento prevede incontri di psicoterapia cognitivo comportamentale di gruppo e individuali, oltre a gruppi di psicoeducazione.
La gestione dell'alimentazione è parte integrante del trattamento. Nella prima fase ciascun ospite segue un'alimentazione assistita con l'obiettivo di affrontare la restrizione calorica e, nel caso di pazienti in sottopeso, di recuperare il peso. Nella seconda e terza fase l'ospite segue un'alimentazione non assistita con l'obiettivo di mantenere il peso raggiunto e affrontare la rigidità delle regole cognitive sull'alimentazione.

Nei pazienti minorenni è previsto, il coinvolgimento dei familiari nella terapia al fine di facilitare il graduale reinserimento del paziente nel suo ambiente d'origine al termine del percorso terapeutico.

La Struttura ha un'impostazione "aperta" e non "chiusa", ovvero i pazienti in condizioni mediche stabili possono avere permessi di uscita e la possibilità di ricevere visite di parenti ed amici in vari momenti della giornata, fatta naturalmente eccezione per le ore dei pasti e delle attività terapeutiche. Oltre agli aspetti terapeutici, l'ospite sarà chiamato a sperimentare le proprie capacità di gestione della quotidianità, di risoluzione dei problemi, di presa di decisioni, di organizzazione del tempo libero e di cura di sé.

  • Attività terapeutiche: nel corso della settimana sono previsti diversi spazi terapeutici strutturati a disposizione degli ospiti (sedute psicoterapeutiche individuali, gruppi terapeutici e visite psichiatriche).
  • Attività educative: in ogni giornata sono previste attività educative interne, come i laboratori espressivi (teatro, canto, pittura, gruppi lettura, ecc.) e le attività formative (informatica, ecc.), ed esterne, come l'attività di studio, di lavoro, di volontariato o di stage.
  • Attività di autogestione: la Struttura mira ad essere un contesto autogestito nel quale i pazienti, affiancati dagli operatori, portano avanti autonomamente, seppur sotto la supervisione dello staff, le diverse attività necessarie al buon andamento della "Casa".
  • Attività organizzativo-assembleari: ogni settimana gli ospiti e gli operatori di turno terranno una riunione organizzativa per programmare le diverse attività della settimana e coordinare i bisogni individuali e quelli della Struttura nel suo insieme.
  • Attività ludico-ricreative: la comunità non è una struttura chiusa e si propone di promuovere attività sociali che coinvolgano il territorio, al fine di consentire ai propri ospiti di attivare/riattivare competenze relazionali e sociali. Saranno dunque favoriti gli scambi con il territorio prevedendo attività in esterno alla comunità; nei weekend sono inoltre previste delle gite.
  • Fisioterapia: due volte a settimana viene dedicato spazio all'attività fisica sotto la supervisione del fisioterapista che stabilirà i tempi e i modi in relazione alle esigenze di ogni ospite. Se lo stato fisico lo consente, gli ospiti hanno la possibilità di partecipare anche ad una serie di attività "sportive" consone alla patologia in atto con l'obiettivo di imparare a praticare uno sport in modo sano e non compulsivo.

Programmi e Attività Specialistiche

I programmi riabilitativi coprono le seguenti aree:

Come Accedere

Il ricovero avviene su base volontaria per i residenti nella regione Toscana su richiesta del servizio psichiatrico territoriale mentre per i pazienti che provengono da altre regioni, l'accesso è concordato con il servizio inviante previa autorizzazione dell'Azienda USL di provenienza.
Il percorso di ricovero prevede una o più visite nella struttura con lo staff sanitario (visita parere) per valutare l'indicazione al ricovero e condividere il progetto terapeutico-riabilitativo.
Per informazioni dettagliate è sufficiente contattare la struttura ai recapiti sotto riportati.

.

L'Equipe Multidisciplinare

Coerentemente con la complessità dell'intervento riabilitativo offerto, il team che opera in struttura è multi-professionale ed è composto da:

La struttura

La villa si presenta solida e solare con un corpo centrale su cui si affaccia un ampio portico con sovrastante terrazza, entrambi godibili per lunghi periodi dell'anno per il mite clima marino.
Situata nella nota località balneare della Versilia di Lido di Camaiore, inserita in un contesto di ville unifamiliari circondate da gradevoli giardini, non lontano dalla zona balneare con locali e negozi di ogni genere, oltre a piste ciclabili e passeggiate che rendono estremamente fruibile lo spazio esterno oltre a quello interno.
La villa è circondata da un giardino, piantumato e fiorito, recintato con un grande cancello centrale e, ai lati, due cancelli pedonali sul fronte e sul retro due cancelli di servizio, uno carraio ed uno pedonale per i fornitori.

Contatti

Villamare