Il dr. Alberto Giattini, responsabile della Clinica: “La stiamo utilizzando da diversi mesi e stiamo ricevendo riscontri molto positivi dai nostri pazienti e dai loro percorsi di cura”. Tra i grandi vantaggi anche la possibilità di misurare oggettivamente i progressi del paziente e calibrare di conseguenza gli esercizi.

La “realtà virtuale” al Centro Venerabile Marcucci

 

Fare riabilitazione motoria e cognitiva con la Realtà Virtuale. Tra le strutture del Gruppo Santo Stefano dotate di questa tecnologia all’avanguardia, anche il Centro “Venerabile Marcucci”.

“Stiamo utilizzando la Realtà Virtuale da diversi mesi – dice il dr. Alberto Giattini, responsabile della Clinica di Ascoli Piceno – e stiamo ricevendo riscontri molto positivi dai nostri pazienti e dai loro percorsi d cura”.

L’apparecchiatura viene utilizzata per esercitazioni e trattamenti riabilitativi in soggetti che hanno subito un danno cerebrale e la sua efficacia è confermata dalle evidenze scientifiche.

Tra i grandi vantaggi della Realtà Virtuale vi è la possibilità misurare oggettivamente i progressi del paziente e calibrare di conseguenza gli esercizi.

Per Realtà Virtuale si intende una simulazione mediata da computer, che offre la possibilità di vedere, sentire, manipolare e interagire con un ambiente artificiale.

Questa tipologia di trattamento riabilitativo consente, tramite sensori applicati a parti del corpo, di visualizzare sullo schermo un semplice movimento compiuto dal paziente come un gesto finalizzato a prendere o spostare un oggetto (ad esempio immettere la palla in un cestino). Si tratta di uno strumento occupazionale con “effetto gioco” che, grazie a feedback visivi ed uditivi immediati, permette di migliorare il controllo del movimento con un ritorno preciso della correttezza o meno dell’esercizio.

Le aree applicative della realtà virtuale in riabilitazione sono: ortopedica e neurologica; delle competenze visuo-spaziali; delle attività complesse di vita quotidiana; riabilitazione cognitiva. Quest’ultima è un campo ancora poco esplorato con la realtà virtuale, ma per il quale si sono riscontrati effetti positivi, ad esempio nella valutazione dei tempi di reazione, nel trattamento dei disturbi attentivi, della memoria e del problem solving e della negligenza spaziale unilaterale.

 

 Il Centro “Venerabile Marcucci” di Ascoli Piceno, in via dei Narcisi, è operativo dall’autunno del 2016 e rappresenta un punto di riferimento della riabilitazione funzionale, neurologica e ortopedica per il Centro sud delle Marche e per l’Abruzzo, nella presa in carico di pazienti con problematiche complesse, in fase acuta oppure nella prima fase dell’intervento riabilitativo successiva all’evento acuto.

I percorsi riabilitativi sono rigorosamente multidisciplinari, multiprofessionali ed in team, per fornire al paziente le diversificate e integrate competenze di tutte le figure professionali coinvolte nel suo recupero funzionale.

La Struttura di via dei Narcisi 5 si sviluppa su 4.600 mq, ha 80 posti letto a disposizione ed è articolata su 4 piani di degenza che ospitano camere, palestre, ambulatori, servizi generali.

Nella struttura trova la sua collocazione anche il Centro Ambulatoriale Santo Stefano, che prima operava in via S. Serafino, per migliorare la qualità dell’offerta complessiva grazie ad una organizzazione sinergica e integrata con il reparto di degenza.