Il nuovo operatore sanitario verrà presentato dall’AD. Enrico Brizioli venerdì 24 novembre al Federico II di Jesi, nel corso di un importante convegno sulle più moderne tecniche e modalità di presa in carico dei pazienti nella riabilitazione psichiatrica

A Jesi battesimo per “Neomesia”,  “cugino” del Santo Stefano nella riabilitazione psichiatrica

Jesi al centro di un appuntamento sanitario di rilevanza nazionale.

Venerdì 24 novembre presso l’hotel Federico II si terrà un convegno sulle più moderne tecniche e modalità di presa in carico dei pazienti nella riabilitazione psichiatrica, con la partecipazione di numerose personalità del mondo, accademico, istituzionale professionale e civile (associazioni di famigliari) di indiscusso valore e competenza.

Nel corso del convegno si alzerà il sipario su un nuovo operatore nel panorama della sanità regionale e nazionale, nello specifico della psichiatria: si chiama “Neomesia” ed è il nuovo brand del Gruppo Kos, Gruppo già attivo nel campo della riabilitazione funzionale con il marchio “Santo Stefano Riabilitazione” e nel campo della residenzialità assistita per anziani con “Anni Azzurri”.

A presentare “Neomesia” nella mattinata di venerdì sarà l’AD del Gruppo Kos Care, Enrico Brizioli.

Il Direttore Medico di Neomesia, Dr. Cosimo Argentieri, a proposito del convegno spiega che “si approfondiranno le caratteristiche dell’approccio terapeutico nei diversi setting di cura (ospedaliero, territoriale, comunitario e residenziale), in un’ottica di integrazione dell’intervento bio psico sociale e interprofessionale, definito sulla base dei bisogni individuali del paziente”.