Il Convegno fornisce una panoramica su trattamenti chirurgici abitualmente utilizzati, sulle eventuali complicanze che possono riscontrarsi e un approfondimento sui percorsi riabilitativi, con l’obiettivo di fornire ai professionisti interessati indicazioni utili per la corretta presa in carico interprofessionale e multidisciplinare del paziente, dall’iter chirurgico, a quello terapeutico e riabilitativo.

Le fratture del femore prossimale sono tra le più frequenti dopo i 65 anni e vanno a costituire un gravissimo problema socio – assistenziale, oltre che avere un forte impatto socio economico.
Le conseguenze della frattura, anche dopo l’evento acuto, sono molto rilevanti in termini di mortalità, di disabilità e di ospedalizzazione e il recupero funzionale (in particolare del cammino) è spesso insufficiente a consentire una soddisfacente qualità della vita ed il rientro in famiglia.
L’intervento chirurgico precoce e un percorso riabilitativo appropriato ed efficace sono condizioni essenziali per migliorare gli esiti clinici e l’efficienza dell’intervento, con riduzione dei costi complessivi del trattamento, dalla fase acuta chirurgica a quella riabilitativa.
Un ruolo importante assume anche la condivisione del processo di assistenza e cura tra le diverse figure professionali coinvolte, quale requisito essenziale in termini di qualità.

In questo scenario il Convegno fornisce una panoramica su trattamenti chirurgici abitualmente utilizzati, sulle eventuali complicanze che possono riscontrarsi e un approfondimento sui percorsi riabilitativi, con l’obiettivo di fornire ai professionisti interessati indicazioni utili per la corretta presa in carico interprofessionale e multidisciplinare del paziente, dall’iter chirurgico, a quello terapeutico e riabilitativo.

Responsabile scientifico
Suardi Luciano, Responsabile Unità Operativa di Riabilitazione, Casa di Cura Villa San Giuseppe Istituto S.Stefano, Anzano del Parco (CO)

Destinatari

Il Convegno è rivolto a:

  • Medici (tutte le discipline)
  • Psicologi (Psicologia, Psicoterapia)
  • Fisioterapisti
  • Infermieri
  • Logopedisti
  • Terapisti occupazionali
  • Assistenti Sanitari
  • Educatori professionali
  • OSS
  • Assistenti Sociali


L’evento rilascerà n. 6 crediti ECM alle professioni sanitarie sopra indicate.

Obiettivo formativo
Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica. Malattie rare.

Modalità di iscrizione
Il Convegno è aperto ad un massimo di 100 partecipanti.
La partecipazione è subordinata all’ iscrizione e al versamento della quota di € 50,00 (IVA 22% inclusa).
La domanda di iscrizione potrà essere presentata online attraverso il sito Santo Stefano utilizzando il link a fondo pagina oppure inviandola tramite fax o posta elettronica alla Segreteria Organizzativa. Ad iscrizione avvenuta, la Segreteria invierà un messaggio di conferma per email.
Essendo l’evento a numero chiuso, le richieste di partecipazione saranno prese in considerazione in base all’ordine di arrivo e solo se corredate dalla copia del pagamento.

Scarica la brochure informativa con scheda di iscrizione

Scarica la locandina

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
KOS Care s.r.l. - Servizio Formazione
Provider ECM n. 3740
Via Aprutina, 194 - 62018 Porto Potenza Picena (MC)
Tel. 0733 689400 - fax 0733 689403
e-mail: formazione@sstefano.it
formazione.sstefano.it