La responsabilità professionale oggi assume caratteristiche particolari di forte interesse, ne è dimostrazione la recente notevole produzione di decreti e leggi in tal senso. E’, infatti, indubbio che negli ultimi decenni il sistema sanitario Italiano ha registrato una forte crescita del contenzioso tra medico e paziente. Contemporaneamente si registra un cambiamento radicale nel rapporto curante/curato, per rispondere al quale il mondo professionale deve porre al centro del proprio operare la sicurezza delle cure. Il convegno vuole affrontare nello specifico tali problematiche.

La responsabilità professionale oggi assume caratteristiche particolari di forte interesse, ne è dimostrazione la recente notevole produzione di decreti e leggi in tal senso.

E’, infatti, indubbio che negli ultimi decenni il sistema sanitario Italiano ha registrato una forte crescita del contenzioso tra medico e paziente.

Contemporaneamente si registra un cambiamento radicale nel rapporto curante/curato, per rispondere al quale il mondo professionale deve porre al centro del proprio operare la sicurezza delle cure.

In psichiatria tali problematiche assumono caratteristiche specifiche. La Legge 180/1978, in virtù dell’allora coraggiosa concezione che la pericolosità e il buon costume non sono peculiarità del paziente psichiatrico, ha abolito il sistema di custodia che connotava l’assistenza psichiatrica per una forte analogia a un sistema carcerario. E’ stato in questo modo introdotto il concetto del rispetto dei diritti fondamentali della persona.

L’individuazione della posizione di garanzia nell’ambito delle cure psichiatriche è quindi complessa: si devono conciliare dovere terapeutico e ulteriori obblighi di valutazione e prevenzione dei rischi connessi alle singole manifestazioni delle patologie, per l’erogazione di un servizio allo stesso tempo sicuro ed efficace.

Il convegno vuole affrontare nello specifico tali problematiche.

Responsabile scientifico e docente
Cosimo Argentieri, Direttore Sanitario Villa Azzurra, Istituto Santo Stefano Riabilitazione, Riolo Terme (RA)

Intervengono
Cosimo Argentieri, Renato Ariatti, Adolfo Bandettini, Giannantonio Barbieri, Mariapaola Barbieri, Enrico Brizioli, Alessandra De Palma, Lorella Di Giorgio, Mila Ferri, Meris Fiamminghi, Gian Maria Galeazzi, Alberto Gamberini, Federico Gelli, Valter Giovannini, Elisabetta Lugli, Ottavio Nicastro, Claudio Ravani, Gloria Samory, Riccardo Tartaglia.

Destinatari
Il Corso è rivolto a:

  • Medici (psichiatria, neurologia, medicina fisica e riabilitazione, medicina generale)
  • Psicologi (psicologia, psicoterapia)
  • Infermieri
  • Tecnico della riabilitazione psichiatrica
  • Educatori professionali
  • Terapisti occupazionali

L’evento rilascerà n. 5 crediti ECM alle professioni sanitarie sopra indicate.

Obiettivo formativo
La sicurezza del paziente. Risk management.

Modalità di iscrizione
La partecipazione è gratuita.
Il Convegno è aperto ad un massimo di 100 partecipanti.
La domanda di iscrizione potrà essere presentata online attraverso seguendo il link a fondo pagina oppure inviandola tramite fax o posta elettronica alla Segreteria  Organizzativa entro il 4/11/2016. Ad iscrizione avvenuta, la Segreteria invierà un messaggio di conferma per email.
Essendo l’evento a numero chiuso, le richieste di partecipazione saranno prese in considerazione in base all’ordine di arrivo.

Scarica la brochure informativa con scheda di iscrizione

Scarica la locandina

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
KOS Care s.r.l. - Servizio Formazione
Provider ECM n. 3740
Via Aprutina, 194 - 62018 Porto Potenza Picena (MC)
Tel. 0733 689400 - fax 0733 689403
e-mail: formazione@sstefano.it
formazione.sstefano.it